Lavoretti di tecniche varie · Senza categoria

Fimo Country

Non ricordo se vi ho mai parlato bene del Fimo. Si tratta di una pasta polimerica modellabile, venduta in panetti, con la quale si possono fare miliardi di cose, dai piccoli personaggi (come quelli che ho fatto per appendere all’albero di Natale) alle murrine (che vi mostrerò prossimamente), ai bottoni, ai gioielli. Una volta terminata la realizzazione, l’oggetto deve essere cotto in forno a 110° per venti minuti. Una volta raffreddato la pasta diventa rigida come la plastica.  Io non ero particolarmente attratta dalle paste modellabili,  dopo i primi approcci con la pasta di sale anni fa e un tentativo fallito con la pasta di mais avevo lasciato perdere dfinitivamente. Anche perché a quei tempi (parlo di 6-7 anni fa) l’utilizzo era limitato a piccole ghirlande di fiori e bamboline. Una noia mortale!
L’anno scorso, con l’inizio della collaborazione con la ditta per la quale faccio le dimostrazioni,  ho “dovuto” rimettere mano alle paste modellabili e vi dirò che dopo un primo momento di panico ho iniziato a prenderci gusto e con i video-tutorial (se ne trovano tantissimi su youtube), i manuali e un po’ di pratica mi ci sono appassionata. E ci mancava pure questa, adesso ho una cassetta da carpentiere piena di panetti, attrezzi per modellare, matterelli,  lame, textures  ecc., mi manca solo la macchina per la pasta (non ridete, serve davvero!) e poi ho fatto bingo 🙂 .
Ed eccomi qua, con un nuovo oggetto: una bottiglia ricoperta in Fimo, in stile country, da far realizzare alle bimbe nel corso di sabato prossimo. Per portare in tavola un po’ di primavera e di allegria!

1 2 3