Quattro chiacchiere · Senza categoria

Liebster Award

liebster1

Un po’ di tempo fa da Veronica, ho ricevuto il premio Liebster Award. Grazie Veronica, sei stata molto molto carina a pensare a me per questo premio. Ricevere un premio mi riempie sempre di gioia (e di orgoglio, se posso dire), perché rappresenta l’apprezzamento che qualcuno ha nei miei confronti, questo qui poi -che si chiama “Liebster”- è ancora più “amabile”.
La parte negativa di questi premi è che sono abbastanza impegnativi perché prevedono una serie di regole da rispettare. E mi scuso se ci ho messo tanto a rispettarle, ma ho avuto un periodo di fuoco (prossimamente vi racconto) e il post l’ho portato avanti un po’ alla volta, a spizzichi e bocconi.
Le regole previste dal premio sono le seguenti:

1. Ringraziare il blog che ti ha nominato e assegnato il premio; fatto!

2. Rispondere alle undici domande richieste dal blogger che ti ha nominato/a; eccole qua:

Fondente o al latte? Fra questi due direi al latte, ma anche alle nocciole, fondente, bianco…per non parlare dei cremini, farciti all’arancia (che sono in assoluto i miei preferiti)…insomma accidenti al peggio! ;.)

Ballerina o tacco? Assolutamente ballerina, e non solo per un fatto estetico ma anche di prevenzione incidenti.

Bianco o nero? Nero

Birra o vino? Nessuno dei due, semmai una Sprite con limone

Notte o giorno? Giorno

Pianoforte o chitarra? Pianoforte (ma sto rivalutando anche la chitarra)

Pasta o pizza? Domanda di riserva?!?!?

Sabato o domenica? Domenica è sempre domenica…

Beatles o Rolling Stones? Rolling stones

Mare o monti? Monti, assolutamente monti!

Occhiali o lenti a contatto? Gli occhiali, hanno -e danno- sempre un certo fascino

3. Scrivere 11 cose che parlano di te;

– Mi alzo quasi sempre di buonumore (ho detto quasi)
– Non sopporto che mi si tocchino i capelli
– Sono molto gelosa delle mie cose, quindi se presto qualcosa pretendo che me la si riporti in tempi accettabili, e nell’esatto modo in cui l’ho prestata
– Adoro sognare a occhi aperti e fare progetti (se poi si realizzano meglio ancora)
– Amo tutti gli animali, ma i rettili mi fanno senso
– Mi piacciono le giornate di vento, anche se poi mi viene mal di testa
– Mi piace andare in giro in moto, passione che io e Maurizio abbiamo riscoperto solo quest’anno, e mi piacerebbe ricominciare a guidarla io, come ai bei vecchi tempi
– Amo viaggiare e vorrei poterlo fare più spesso (finanze permettendo ;-))
– Non sopporto quelli che fanno i furbi, nella vita e sulla strada.
– Sono un’ingenua. Non sopporto i doppiogiochisti e i ruffiani perché mi sento disarmata di fronte ai loro sotterfugi che non riesco a individuare e contrastare.
– Il mio “outfit” preferito è jeans e scarpe da ginnastica.

4. Premiare a tua volta 11 blog con meno di 200 follower;

Non so quanti followers abbiano, i miei nominati sono i seguenti:
An Italian Girl (scoperta da poco, mi piace molto)
Il mondo visto da una (ex) casalinga (attuale e sempre interessante)
Orofiorentino (parole e immagini da lasciare senza fiato)
Il mondo di Jim (psicoterapia…a costo zero!)
Accanto al camino (che anche se non lo vuole glielo ammollo lo stesso perché la adoro e se lo merita, tiè! :-))
Diemme (che ha sicuramente un’infinità di followers in più di quelli previsti, ma fa lo stesso)
Mamma è in pausa caffè (i suoi racconti di vita quotidiana riescono sempre a strapparmi un sorriso)
Semplicemente io (per il suo modo semplice e coinvolgente di raccontarsi)
Ostinatamente io (perché mi piace quello che scrive e come lo scrive)
A casa di Simo (fra il serio e il faceto, sempre con una punta – e anche di più – d’ironia)
Il Salottino di Liale (ogni regola vuole la sua eccezione. Voglio premiare questo forum perché è il posto nel web dove mi sento più “a casa” – a parte qui, ovviamente! 😉 )

5. Formulare le tue 11 domande per il/la blogger che nominerai;
Eccole:

1) Mattiniero o dormiglione?
2) L’uomo/donna ideale: bello e dannato o tranquillo e rassicurante?
3) Jeans e maglietta o vestito elegante?
4) Moto o automobile?
5) Sport o pantofole?
6) Caffellatte e biscotti o cappuccino e brioche?
7) Conservare o eliminare?
8) Città o campagna?
9) Musica classica o Rock?
10) Pareti bianche o colorate?
11) Fanta o Coca Cola?

6. Informare i blogger del premio assegnato.

Ok, ora son stremata. Questo lo faccio domani. Parola di Lupetto!

Fra me e me · Quattro chiacchiere · Schegge di vita · Senza categoria

Sette cose di me

Una manciata di giorni fa, la mia amica Gina mi ha conferito questo premio:

 

 

Inutile dire che ne sono felice, sia per il premio in sé, ma soprattutto per il fatto che lei abbia pensato a ME per quel premio.
Ricevere un premio da qualcuno mi gratifica molto, significa che quella persona intravede in quello che scrivo (che poi è quello che vivo, che sento e che penso) qualcosa di positivo, e nutre simpatia, o stima, o affetto – o perché no, magari tutte e tre le cose 🙂 – verso di me (e se non è così, ti prego, non dirmelo!)

Quindi GRAZIE GINA per questo premio!

Il problema è che adesso devo trovare da dire di me sette cose inedite…vediamo…

1) Non sopporto i miei limiti, vorrei essere capace di fare tutto quello che mi passa per la mente. Ci provo, ma spesso devo sbatterci la testa, e la cosa mi rode parecchio.

2) Vorrei viaggiare tanto, girare il mondo alla scoperta di nuovi paesaggi e di altre culture, purtroppo bisogna fare i conti con diversi impedimenti, ma finché c’è vita….

3) Odio le zanzare!

4) Adoro guidare (anche se guidare parecchio mi fa venire il mal di schiena), ma anche starmene a guardare il panorama mentre guida Maurizio (con Simone invece sono troppo occupata ad arreggermi e stringere i denti, non ce la faccio a guardare anche fuori dal finestrino ;-). Vabbè, dài, scherzo. Guida bene ma mi fa i dispetti perché sa che sto in tensione perché mi fa i dispetti, è come un cane che si morde la coda 😀 )

5) Da piccola sventravo le bambole di mia sorella per vedere come erano dentro.

6) Spesso stento ad addormentarmi rimuginando sulle cose che devo fare, su  piccoli progetti e su come realizzarli. Ma quando dormo non sento neanche le campane del Bargello.

7) Sto portando avanti un progetto che mi sta cambiando in meglio la vita (per scaramanzia ne parlerò solo quando sarà compiuto, presumibilmente verso fine anno).

P.S. Detta così potrebe sembrare che… no, che avete capito? Non sono incinta!

 

Mamma mia che faticaccia trovare sette cose inedite da dire su di me… ieri chiesi aiuto a Simone, magari qualcuno di famiglia poteva trovarmi uno spunto, ma ho chiesto alla persona sbagliata perché subito mi fa: “Vediamo…sette cose da dire su di te…ecco! Tritaballe, Scassamaroni,  Rompiscatole…”  Carino eh?

Adesso dovrei girare il premio ad altri blog… non ce la posso fare…. no, non ce la faccio, ho già spremuto anche troppo il mio povero cervellino!

Quattro chiacchiere · Senza categoria

C’è posta per me (se poi è un premio, meglio è!)

Ebbene sì, anch’io sono stata nominata… ma per fortuna non dovrò lasciare la casa, in questo caso si tratta proprio di una “nomina”, un premio insomma! Proprio ieri Sonia mi ha poggiato la spada sulla spalla e zac! (ma che avete capito?!?!? No, anche se non si direbbe la mia testa è ancora attaccata, giuro!) mi ha “nominato” …

   Grazie Sonia!!!!

Ho sempre sperato, e nello stesso tempo temuto, un fatto del genere.
Se da un lato è una cosa che mi riempie di orgoglio (eddài, proprio io fra tanti, allora vuol dire che il mio blogghino non è poi tanto male…) e ho sempre sperato di rientrare nella rosa dei blog preferiti da qualcuno, dall’altra ne ho un po’ soggezione, perché in fondo si tratta pure qui di una sorta di catena, e quindi bisogna nominare altri (e se poi qualcuno ci resta male, perché non l’ho scelto? E se poi invece quelli che ho scelto non volevano essere scelti?). Vabbè, basta pippe mentali e sotto a chi tocca. Prima di tutto, la regola vuole che si dicano sette cose sul nostro conto, vediamo un po’… mumble… mumble…

1) In casa mi hanno soprannominata WUOF, perché ci sono giornate in cui non faccio che abbaiare all’indirizzo di tutti (tranquilli, tanto non mordo…)

2) Non mi accontento quasi mai, quindi cerco di delegare il meno possibile. Se non mi accontento quando faccio le cose da me, figuriamoci quando le faccio fare a qualcun altro.

3) Odio gli imprevisti, soprattutto perché mi capitano spesso. Se invece non ho programmi qualsiasi sorpresa è gradita.

4) Sono disordinatissima, ma chiunque cerchi qualcosa chieda a me e la troverà. Ho un computer al posto del cervello e una memoria visiva formidabile (ma non sono per niente fisionomista).

5) Sono totalmente Natura-dipendente. Passerei ore a guardare un pettirosso, la chioma di un albero che si muove col vento, o lo scintillio della risacca sulla sabbia. E da quando ho iniziato a dipingere vedo tutto con occhi diversi…provare per credere.

6) Essere un punto di riferimento per gli altri mi gratifica. A volte mi pesa, ma mi onora.

7) Non so portare rancore, faccio la sfuriata quando ce n’è bisogno ma poco dopo perdono. Una volta.
E non riesco a vedere le persone arrabbiate fra di sé, mi fa stare male.

E adesso, rullo di tamburi…..i miei nominati (in rigoroso ordine alfabetico) sono….

Doodlemum
Gina
Libera
Maria Rosaria
Nives
Avrei voluto aggiungerne altri ma alcuni hanno già ricevuto il premio, altri li seguo da poco e anche se li trovo deliziosi non posso mica fare l’ammiratore segreto, vi pare? Magari sarà per un’altra volta!