Quattro chiacchiere

L’istinto

Per quale oscura ragione l’istinto ci spinge a volte ad azioni stravaganti?
A chi dobbiamo affidarci, all’istinto o alla ragione?

Chi non si è mai ritrovato a cercare di afferrare un oggetto che, trascinato in una invisibile spirale,  ruotando intorno al bordo del lavandino, sta per raggiungere inesorabilmente il fatidico buco ed esserne inghiottito per sempre?

La ragione, ed un’esperienza precedente,  mi hanno spinto a chiudere velocemente il tappo. Ma l’istinto, se l’avessi seguito, mi avrebbe spinto ad acchiapparlo e mi avrebbe di sicuro fatto perdere il mio piccolo sassolino di vetro, che comunque per fortuna non valeva niente.
Per cercare di capirne di più, ho cercato qualcosa a questo proposito ed ho trovato un articolo che spiega un studio fatto da due Dottoresse del Dipartimento di Psicologia dell’Università di Londra.
I risultati di questo esperimento spiegano che “…Insomma, l’istinto, che nasce nelle aree del cervello più antiche, da un punto di vista evolutivo è in grado di elaborare più velocemente le immagini e le situazioni. Il cervello razionale, invece, prima di dare una risposta ha bisogno di pensare, di valutare i pro e i contro delle situazioni. E, in certi casi, questo può essere un difetto.
Ma come possiamo comportarci nella vita quotidiana per trarre il massimo beneficio da questa scoperta?
L’istinto funziona bene quando dobbiamo dare delle risposte immediate in situazioni di emergenza se invece esiste il tempo per pensare, è sempre meglio affidarsi al pensiero razionale, anche se alla fine non è raro scoprire che le diverse aree del cervello, pur differenti per funzioni e struttura, ci forniscono la stessa risposta. Insomma, nonostante si dica che gli esseri umani abbiano perso la capacità tipicamente animale di affidarsi all’istinto, in realtà essa è ancora presente dentro di noi. Basta solo metterla alla prova. E spesso darà risposte sorprendentemente accurate e in grado, addirittura, di salvarci la vita.”

Molto interessante, davvero. Io adoro l’istinto. Ma allora come mai quando scivoliamo con l’auto su un lastrone di ghiaccio l’istinto ci spingerebbe a frenare?

Fonte: http://www.leparoledellascienza.org/?p=69