Quattro chiacchiere · Schegge di vita · Senza categoria

L’ombra delle cinque

Chissà come mai quando sto a dieta mi torna sempre in mente un episodio successo diversi anni fa. Eravamo al mare, mia sorella Daniela, io, i nostri figli (Simone e Gabriele i miei, Gregorio e Ylenia i suoi). I mariti  si erano offerti volontari per rimanere a casa a lavorare (la vera vacanza l’hanno fatta loro in fondo, non credete?), anche perché per ognuno che spende ce ne vuole uno che guadagna 🙂

Erano circa le cinque del pomeriggio e tirava un po’ di venticello. Stavamo passeggiando in cerca dei soliti sassi da raccogliere sul bagnasciuga. Ad un tratto mi alzo e, girandomi per non farmi spettinare dal vento, mi trovai ad essere controsole.

“Certo che però la mia ombra delle cinque è proprio una strafiga !”  fu l’esclamazione che mi uscì più dal cuore che dalla bocca. Guardando quell’ombra, alta, slanciata, con le gambe  affusolate ed i fianchi sagomati ma ben proporzionati, sono stata invidiosa.
Ecco, vorrei essere fatta come la mia ombra delle cinque.
Sono pazza? Beh, però, se l’aveste vista….