Lavoretti di tecniche varie · Senza categoria

Uno scuro portacollane

La stessa cliente alla quale ho realizzato l’abat-jour verde (e lo specchio, e il comò) mi ha chiesto un portacollane piuttosto grande da mettere in camera. Mi è venuto naturale proporle l’idea di farlo abbinato sia all’abat-jour che alla table habillée. Tutte e due siamo appassionate di recupero di vecchi oggetti, quindi ho utilizzato uno scuro che dimostrava un bel po’ di vita vissuta.

Eccolo qua, in pessime condizioni.
Portacollane1

La parte centrale era tutta sbollata,
e siccome oltretutto mi serviva più profondità, ho deciso di toglierla e sostituirla con una più grande da
attaccare dietro.

Fatto ciò, una bella scartavetrata, una stuccata e una mano di fondo gesso hanno fatto recuperare un po’ di dignità a quel povero scuro.

Portacollane2Ho acquistato un pannello di mdf e l’ho tagliato a misura. Ho praticato dei forellini dove avrei dovuto inserire i ganci per appendere le collane, poi l’ho imbottito e foderato con la stessa stoffa della table-habillée. Ho anche cucito due lunghe taschine (per riporre gli orecchini a lobo) con una parte in organza, in modo da poter vedere cosa c’è dentro.

Portacollane3

Poi mi sono dedicata alla decorazione del bordo, che ho realizzato con la stessa tecnica e con lo stesso colore e decorazione dell’abat-jour. Portacollane4

Un po’ di passamaneria per rifinire
e coprire la corsia dove scorreva
il pannello originario.

Gli ultimi tocchi: due catenelle dove attaccare gli orecchini con la monachella, assemblaggio della parte centrale e riposizionamento dei cardini e chiavistello rivisitati in oro.

Voilà, il gioco è fatto.

Lavoretti di tecniche varie · Senza categoria · W.I.P.

W.I.P.: Specchio, specchio delle mie brame…

Il secondo lavoro che mi è stato affidato è il recupero di questa specchiera che in origine doveva essere poggiata sopra un comò.

specchio1
(Scusate la foto “di spalle” ma pesava da morire e ormai l’avevo messa così per proteggere lo specchio…)

Uniche direttive: un fondo parzialmente visibile in una tonalità di rosso e un risultato finale che sia molto molto appariscente.
Oooooochèi!
Visto che con la lampada sono andata per le calende greche, questa sto cercando di farla veloce.
Ecco i primi passaggi:

– Prima di tutto smontato lo specchio. Poi ho fatto saltare la vernice screpolata e mi sono accorta che i fregi sono di plastica anziché di legno. Ma questo non mi fermerà! 😉
Ho scartavetrato il tutto e mi sono messa all’opera.

specchio2

-Ho dato due mani di acrilico gessoso e vi dirò,  fosse stato per me l’avrei lasciata così; bianca era stupenda 😊

specchio3

-Dopo il fondo, due mani di colore di base. Ho mischiato tre colori (Linea Fleur di To-Do, colori  Yellow Ochre (2 parti), English Maroon (2 parti), Porto Red (1 parte), con i quali ho creato questo rosso fegato…un po’ scuro forse, ma ho in serbo un asso nella manica per schiarirlo…

specchio4

Il passo successivo sarà l’appariscenza!! 😉

 

Lavoretti di tecniche varie · Senza categoria · W.I.P.

A.A.A. Piccolo miracolo….fatto!

Finalmente anche questo progetto è giunto al termine. E’ stato più faticoso del previsto, anche per i vari contrattempi che si sono verificati durante le varie fasi della lavorazione, ma soprattutto per colpa mia, perché non mi accontento, perchè se dico che deve essere così, deve essere così! Ecco.

Sono molto orgogliosa del risultato,  tutta rifatta di sana pianta, dall’impianto elettrico al paralume, che ho creato integralmente. Tutto l’insieme  è armonico ed elegante, e intonato all’ambiente in cui sarà collocato. L’ho consegnata ieri sera, ed ho avuto grande soddisfazione perché è piaciuta oltre ogni previsione.

Ecco dunque, senza altri indugi questo “piccolo miracolo”.

lampada1

particolari

 

abat-jourprimadopo

E quando ho chiesto a mia sorella cosa ne pensava mi ha risposto: “E’ bellissima….è venuta a prova di Cavaliereerrante!”

E voi? Che ne dite?

Lavoretti di tecniche varie · Senza categoria

Facile e veloce

Mentre sto portando avanti il progetto di recupero e miglioria (spero) che stagnava da una vita, mi sono dedicata ad un piacevole intermezzo. Due lavoretti facili e veloci per migliorare cose vecchie,  in questo caso un logoro cestino per il pane e un romaiolo in rame che avevo rovinato nell’intento di pulirlo.

Senza tanto tergiversare ecco il cestino:

Cestino

ed il romaiolo nelle sue nuove interpretazioni:

Romaiolo

E siccome sono masochista e i miei due susini ce l’hanno con me, col caldo infernale della settimana scorsa i pentoloni sul fuoco hanno prodotto…

 

Marmellate

Alla prossima!

 

Lavoretti di tecniche varie · Senza categoria · W.I.P.

Recupero… al volo!

Era da un po’ che  il vecchio porta-scottex in plastica arancione (orrendo) mi era venuto a noia, e che avevo voglia di rifarlo da me, semplice semplice,  in legno. Mentre ero in stallo con la gabbietta ho recuperato per la casa un po’ di materiale in disuso e, segando e forando, scartando e dipingendo è venuto fuori.

Questi i materiali di recupero:

– base di una vecchiiisssima abat-jour
– palo per tenda con pomello
– astina in legno

Portascottex1

Prima fase della lavorazionePortascottex2

Ed eccolo al lavoro….Portascottex3

Prossimo giro, prossima corsa!