Figli · Quattro chiacchiere · Ridiamoci su · Schegge di vita · Senza categoria

Bastardi dentro # 5

Whatsapp-Status

 

L’altro giorno mi arriva da mio cugino questo messaggio su WhatsApp:

pa_x0035Sabato mattina whatsapp diventerà a pagamento! Se hai almeno venti contatti manda questo messaggio a loro. Così risulterà che sei un utilizzatore assiduo e il tuo logo diventerà blu e resterà gratuito (ne hanno parlato al tg). Whatsapp costerà 0,01 € a messaggio. Mandalo a dieci persone.
“Salve siamo Andy e John, i direttori di Whatsapp. Qualche mese fa vi abbiamo avvertito che da quest’estate whatsapp non sarebbe stato più gratuito. Noi facciamo sempre quello che diciamo, infatti le comunichiamo che da oggi whatsapp avrà il costo di 1€ al mese. Se vuole continuare ad utilizzare il suo account gratuitamente invii questo. GRAZIE…e se non ci credete controllate voi stessi sul nostro sito (www.whatsapp.com) ARRIVEDERCI.
P.S. quando lo farai la tua luce diventerà blu (se non lo manderai l’agenzia di whatsapp ti attiverà il costo)”

Inutile dire che io ho abboccato come una carpa, e che ho iniziato a selezionare dai contatti i fortunati prescelti a ricevere questa  importante notizia. Ovviamente i primi sono stati i miei figli, che molto più vispi di me hanno subito visto dipanarsi la catena. Non ho fatto in tempo (per fortuna) a finire di inviare i dieci messaggi (ma ero già arrivata a 7 😦 ) che te li vedo arrivare, e fra una risata e un sfottò, spiegarmi l’inghippo.

La mattina dopo…..ecco su whatsapp un messaggio di Simone (figlio grande):

” BlinkingRoundATTENZIONE!! Adesso che hai la luce rossa non solo whatsapp diventerà a pagamento, ma sei stata segnalata ad Equitalia come attiva pagatrice! Se non porti a termine l’invio dei messaggi con la luce blu verranno a pignorarti i mobili! Presto! Non c’è un secondo da perdere! Sono già sulle tue tracce!
P.S. Così impari a non credere alle catene inviando solo sette messaggi, spammona!!!”

E che vi devo dire…male voluto non è mai troppo 😉  Almeno mi sono fatta una risata formidabile!

Iniziative importanti · Senza categoria

Un silenzio che urla

Mi riferisco all’evento mondiale “MAI PIU’ DEBOLI”, al quale parteciperò il 25 Novembre alle ore 20.
In tutto il mondo, alla stessa ora, e per un’ora,  milioni di computer si spegneranno. Per gridare col silenzio più assordante un BASTA! alla violenza contro le donne.

 

1654193_345465888964500_2089845618098481016_n

 

pennelliribelli

Se anche voi vorrete partecipare, cliccando mio sul banner qui sopra verrete rimandati alla pagina dell’iniziativa. Più numerosi saremo, più sarà forte il nostro grido silenzioso.

10734236_756808061066220_7786084096654328107_n

Perché le donne vanno onorate DA VIVE.